MIBAC - Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici Lombardia

ARTE LIBERATA - DAL SEQUESTRO AL MUSEO. Storia di una collezione confiscata in Lombardia

Palazzo Litta, Corso Magenta, 24 - Milano - Segretariato Regionale MiBAC Lombardia

settembre-dicembre, 2018 - Mostra

ARTE LIBERATA - DAL SEQUESTRO AL MUSEO. Storia di una collezione confiscata in Lombardia
Milano, Palazzo Litta, 28 settembre-18 novembre 2018
 

PROROGATA AL 2 DICEMBRE 2018 l'apertura della mostra ARTE LIBERATA – DAL SEQUESTRO AL MUSEO. STORIA DI UNA COLLEZIONE CONFISCATA IN LOMBARDIA, allestita dal 27 settembre nell’appartamento nobile di Palazzo Litta a Milano.

Cittadini sempre più numerosi e attenti hanno infatti premiato l'iniziativa che all'indubbio valore storico artistico dei pezzi unisce il merito di rendere accessibili le sale di rappresentanza del Palazzo, solitamente non visitabili, e di fare riflettere su un tema quantomai controverso e attuale come quello del riutilizzo sociale dei beni confiscati.

La mostra ha ricevuto il plauso anche da altre importanti realtà della Penisola, prima fra tutte la città di Brindisi che la ospiterà nello splendida cornice di Palazzo Granafei Nervegna a partire dal prossimo 15 dicembre, e manifestazioni d'interesse sono pervenute da Napoli, Palermo e Genova.

L'importanza e il valore anche civico dell'iniziativa sono stati inoltre immediatamente colti dal comune di Bergamo che ha accettato di accogliere l’intera collezione negli spazi pubblici recentemente riallestiti della GAMEC (Civica Galleria di Arte Moderna e Contemporanea).

La mostra espone per la prima volta al pubblico sessantanove opere di arte contemporanea sequestrate a un'unica persona a Milano nell'ambito di un'indagine per gravi reati di natura finanziaria. Passata alla gestione dell'Agenzia Nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, la collezione è stata studiata e valutata dal Segretariato regionale del Ministero per i beni e le attività culturali per la Lombardia che ne ha chiesto e ottenuto l'assegnazione in blocco per fini di pubblica fruizione.

La rassegna racconta dunque una bella storia di cooperazione fra pubbliche amministrazioni grazie alla quale un patrimonio culturale sommerso acquisito con i proventi di attività illecite è tornato alla collettività sotto forma di raccolta museale.

Una vittoria dello Stato sulla criminalità e il malaffare; un segno tangibile per tutti noi ai quali il maltolto viene restituito, non solo come valore economico, ma anche, e soprattutto, come elevazione e bellezza, bene comune liberamente fruibile da tutti.

 

Scheda mostra

ARTE LIBERATA – DAL SEQUESTRO AL MUSEO
Storia di una collezione confiscata in Lombardia

a cura di Beatrice Bentivoglio-Ravasio
Milano, Palazzo Litta, Corso Magenta, 24
28 settembre-2 dicembre 2018

Orari di apertura
Giovedì dalle ore 12 alle 22; venerdì/sabato/domenica dalle ore 12 alle 19.
Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.
Aperture straordinarie la mattina per gruppi e scuole con prenotazione obbligatoria
(tel. 02 80294217, da lunedì a venerdì dalle ore 10 alle 13)

Entrata libera


Catalogo
Scalpendi Editore, euro 10 in mostra

Informazioni
www.lombardia.beniculturali.it - sr-lom.comunicazione@beniculturali.it

Ufficio Stampa e Comunicazione
Scalpendi Editore | Serena Colombo
Piazza a. Gramsci 8 | Milano
Tel.: +39 02.84075926 | cell. 335 7047732
ufficiostampa@scalpendieditore.eu - www.scalpendieditore.eu

Segretariato regionale del Ministero per i beni e le attività culturali per la Lombardia
Comunicazione e stampa |Manuela Rossi, Giorgia Biasini, Valeria Amalfitano
Palazzo Litta | Corso Magenta 24 | Milano
tel. 02 80294250 | 02 80294217
sr-lom.comunicazione@beniculturali.it | www.lombardia.beniculturali.it

 

sr-lom.comunicazione@beniculturali.it

www.lombardia.beniculturali.it